Archivio:

Calendario

agosto: 2016
L M M G V S D
« Gen    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Follow rappresentanti keynes 2015 on WordPress.com

Indicazioni per felpe, annuari, foto non ancora ritirate

Ricordiamo che il ritiro di foto, felpe e annuari relative all’a.s. 2015/2016 è avvenuto nelle due giornate di giugno, secondo gli orari stabiliti, comunicati in portineria:

  • mercoledì 15 giugno dalle 10 alle 14
  • giovedì 16 giugno dalle 13 alle 17

Le felpe sono state consegnate direttamente ai diretti interessati, mentre la distribuzione di foto e annuari è avvenuta tramite i rappresentanti di classe (i plichi fotografici erano uniti ed era impensabile la distribuzione ordinata di ogni singola foto per 800 studenti!).

Coloro che non avessero ancora ritirato i materiali acquistati possono contattare i rappresentanti Muran Massimo (per foto e annuari) e Lorenzo Ventura (per le felpe) scrivendo su facebook (click sui nomi) o all’indirizzo rappresentanzakeynes@gmail.com per definire il ritiro.

Grazie per la collaborazione.

Faq Comitato di Valutazione dei Docenti

Logo Miur

1. Da quale anno scolastico parte la valorizzazione del merito del personale docente nelle istituzioni scolastiche?

Si parte subito con l’anno scolastico 2015/2016.
La legge 107 al comma 126 evidenzia che, per la valorizzazione del merito del personale docente, a decorrere dall’anno 2016 viene costituito presso il Miur un apposito fondo del valore di 200 milioni di euro rinnovato di anno in anno.

2. Quale sarà la somma destinata ad ogni scuola?

Un decreto specifico del Ministro ripartirà il fondo a livello territoriale e tra le istituzioni scolastiche in proporzione alla dotazione organica dei docenti, considerando altresì i fattori di complessità delle istituzioni scolastiche e delle aree soggette a maggiore rischio educativo. Comunque il livello medio di finanziamento per ogni scuola su cui è possibile iniziare a fare delle ipotesi è di mediamente 24.000 euro.

3. Il fondo è rivolto a tutti i docenti?

Il fondo è indirizzato a valorizzare il merito del personale docente di ruolo delle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado presenti sui posti della dotazione organica (posti comuni, sostegno, irc). Viene definito “bonus” in quanto è da considerare come una retribuzione accessoria che può essere confermata o non confermata di anno in anno in relazione ai criteri stabiliti e alle valutazioni ricevute.

4. Chi stabilisce il bonus per i docenti?

I criteri vengono stabiliti dal rinnovato Comitato di valutazione (vedi composizione in comma 129) mentre l’assegnazione della somma, sulla base di una motivata valutazione, spetta al Dirigente scolastico. È indubbio che la maggior o minor definizione dei criteri implicherà la minor o maggior discrezionalità del Dirigente scolastico, ma queste decisioni sono lasciate all’autonomia gestionale delle istituzioni scolastiche.

5. Il bonus ha una cifra minima ed una massima a cui attenersi per ogni docente?

No, non ci sono cifre di riferimento in quanto il tutto è determinato dai criteri del Comitato e dall’applicazione attraverso i rilievi e le valutazioni del Dirigente.
Comunque, bisogna tenere in considerazione che il fondo è indirizzato specificatamente al merito professionale del personale docente, prefigurando di conseguenza dei criteri che sappiano effettivamente rilevarlo e valutarlo per poi promuoverlo e valorizzarlo. Più i criteri saranno condivisi ma nello stesso tempo stringenti, puntuali, rilevabili, misurabili, valutabili più probabilmente implicheranno una differenzazione fra i docenti e nello stesso tempo un consenso in quanto andranno effettivamente a premiare il merito.

6. Come vengono “scelti” dal Collegio dei docenti gli insegnanti
che fanno parte del Comitato di valutazione?

La legge 107/2015 non indica procedure e modalità per la scelta dei componenti proprio per favorire l’autonomia delle istituzione scolastiche. Pertanto è competenza dell’istituzione scolastica definire in modo autonomo come “scegliere” i docenti.

7. Per la “scelta” dei due componenti del Comitato di valutazione da parte
del Collegio dei docenti è prevista la presentazione di liste come per altre elezioni?

Il Collegio può autonomamente definire le modalità di scelta, prevedendo od escludendo autocandidature, presentazione di liste, proposte di candidature, ecc.
Trattandosi di scelta di persone, si ritiene, comunque, necessaria la votazione a scrutinio segreto.

8. Come vengono “scelti” dal Consiglio d’istituto il docente, i genitori (o lo studente per gli istituti d’istruzione secondaria di II grado) che fanno parte del Comitato di valutazione?

Come per il Collegio dei docenti, il Consiglio d’istituto può autonomamente definire le modalità di scelta dei tre componenti da inserire nel Comitato, prevedendo od escludendo autocandidature, presentazione di liste, proposte di candidature, ecc.
Trattandosi di scelta di persone, si ritiene, comunque, necessaria la votazione a scrutinio segreto.

9. Gli eleggibili nel Consiglio d’istituto devono essere componenti di quell’organismo?

La scelta può avvenire non necessariamente nell’ambito del Consiglio, in quanto la “rappresentanza” può essere intesa in senso lato, come possibile individuazione di rappresentanti anche all’esterno del Consiglio (es., membro di Consiglio di classe, ecc.).

10. Chi nomina il componente esterno?

Il componente esterno è nominato dall’Ufficio scolastico regionale fra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici. Il MIUR fornirà a breve indicazioni agli Uffici scolastici al fine di tenere alcuni criteri comuni su tutto il territorio nazionale, mettendo così i Comitati nella condizione di svolgere da subito il loro lavoro.

11. Come si può assicurare negli istituti comprensivi la rappresentanza dei diversi settori presenti (infanzia, primaria, secondaria di I grado)?

Sull’opportunità di prevedere la rappresentanza dei vari settori decidono autonomamente gli organi collegiali di istituto

12. Come si procede nella scelta dei membri del Comitato nei CPIA, negli Istituti omnicomprensivi, nei Convitti ed Educandati e nelle Scuole militari? 

Attualmente in queste istituzioni scolastiche particolari opera normalmente un commissario straordinario che provvederà a individuare i tre componenti previsti (docente, genitore/studente). Poiché il DPR 263/2012 ha previsto che nei CPIA la rappresentanza dei genitori è sostituita con la rappresentanza degli studenti, il Commissario straordinario provvederà a individuare, oltre al docente, due studenti al posto dei due genitori?

13. Quando si può ritenere che il Comitato è validamente costituito?

Una norma di carattere generale sulla costituzione degli organi collegiali (art. 37 del Testo Unico) prevede che l’organo collegiale è validamente costituito anche nel caso in cui non tutte le componenti abbiano espresso la propria rappresentanza. Ciò vale, ad esempio, se il Consiglio d’Istituto o il Collegio dei docenti non provvede volontariamente alla scelta dei componenti di sua spettanza

14. Una volta conclusa la fase di scelta dei componenti, il Comitato quando può cominciare a funzionare?

Il Comitato è interamente costituito non solo quando il Collegio dei docenti ha espresso i suoi due rappresentanti e il Consiglio d’istituto ha scelto i tre componenti di sua competenza, ma quando anche l’Ufficio scolastico regionale ha designato il componente esterno tra docenti, dirigenti scolastici e dirigenti tecnici.
A composizione completata, è opportuno che il dirigente scolastico provveda alla formale costituzione del Comitato, tenendo conto delle scelte e designazioni dei tre soggetti istituzionali.
Lo stesso dirigente scolastico, quale presidente del Comitato di valutazione, provvede alla convocazione per l’insediamento.

15. Quali sono le regole per la validità delle convocazioni e delle deliberazioni del Comitato?

La norma generale sugli organi collegiali, relativa alla validità delle convocazioni e delle decisioni, è contenuta nell’art. 37 del Testo Unico. Prevede due momenti successivi: la validità della seduta e la validità delle deliberazioni.
La seduta del Comitato regolarmente convocato è valida quando interviene almeno la metà più uno dei componenti in carica.
Poiché i componenti del Comitato sono sette (se tutti in carica), la seduta è valida se vi intervengono almeno quattro componenti.
In tal caso il presidente, constatata la presenza del numero legale, può dare avvio ai lavori.
Per qualsiasi decisione da assumere il voto è palese; la votazione è segreta solo quando si faccia questione di persone.
Le deliberazioni sono adottate a maggioranza assoluta dei voti validamente espressi dai componenti presenti. Nella seduta di insediamento è opportuno che il Comitato definisca la natura del voto validamente espresso, precisando, in particolare, se l’astensione può essere considerata una manifestazione di “volontà valida”.

16. Il Collegio dei docenti e il Consiglio d’Istituto hanno titolo a definire i criteri valutativi per il riconoscimento del merito?

La legge 107/2015, comma 129, non lascia dubbi interpretativi in proposito: è il comitato che individua autonomamente i criteri per la valorizzazione dei docenti, sulla base di indicatori esplicitati dalla legge stessa.
Nell’adozione dei criteri valutativi il Comitato è quindi pienamente autonomo e opera senza vincoli di sorta.
Tuttavia il Comitato può discrezionalmente e senza vincolo decidere di considerare eventuali proposte presentate dagli organi collegiali d’istituto o da altro soggetto (assemblea dei genitori, degli studenti).

17. La legge 107/2015 individua come base per la definizione dei criteri valutativi tre distinte aree. Il Comitato deve definire i criteri su ogni area oppure può anche escluderne una o due?

In linea generale è opportuno che il Comitato operi su tutte e tre le aree, eventualmente assegnandovi valore e pesi diversi.
È altrettanto opportuno che non vengano individuate altre aree diverse da quelle indicate dalla legge, mutuandole, ad esempio, da contesti istituzionali di altra natura.
In considerazione delle caratteristiche organizzative e strutturali dell’istituzione scolastica, il Comitato può eventualmente decidere, con adeguata motivazione, di definire criteri valutativi non per tutte e tre le aree in cui si esplica la qualità professionale degli insegnanti.
In una logica di trasparenza, tali decisioni preliminari, unitamente ai criteri che verranno successivamente adottati, è opportuno che vengano resi pubblici.

18. Molte istituzioni scolastiche sono strutturate in diversi settori, come, ad esempio, gli istituti comprensivi. È opportuno tener conto della presenza di tali settori per l’assegnazione del bonus?

La legge non ha previsto in proposito una proporzionalità di assegnazione del bonus per il merito. Il Comitato, pertanto, non ha alcun vincolo di ripartizione di quote per settore scolastico, pur essendo, ad esempio, quasi sempre minoritario negli istituti comprensivi il settore della scuola dell’infanzia.
L’assenza di qualsiasi vincolo normativo in materia lascia piena autonomia decisionale da parte del Comitato che opera avendo a riferimento soltanto le tre aree di esercizio della professionalità indicate dalla legge.
Anche tale criterio di ripartizione è opportuno che venga reso pubblico.

Convocazione 3° Comitato Studentesco

Castel Maggiore, 7 gennaio 2016

Ai Componenti del Comitato Studentesco

Oggetto: CONVOCAZIONE COMITATO STUDENTESCO

Visto l’art. 10 del Regolamento di Istituto, viene convocato il Comitato Studentesco dell’IISS Keynes di Castel Maggiore per il giorno martedì 12 gennaio 2016 dalle ore 11.10 alle 12.05 presso l’aula proiezioni 1 per discutere del seguente ordine del giorno:

1. Costituzione dei Comitati interni al CS;
2. Organizzazione Assemblea di Istituto di gennaio;
3. Individuazione consultiva della componente studentesca per il Comitato per la Valutazione dei Docenti art. 11 L. 107/2015 4. Varie ed eventuali

Nel ringraziarVi, colgo l’occasione per augurarVi Buon Anno.

Il Presidente del Comitato Studentesco
Luca Passarini

Assemblea di Istituto Dicembre 

Si comunica agli studenti che l’assemblea di mercoledì 23 dicembre, causa impedimento dei relatori, non si terrà. 

Scusandoci, Vi auguriamo Buon Natale.

  

SETTIMANA ALTERNATIVA: attività classi

keynes_logo - Copia

Istituto di Istruzione Secondaria Superiore

John Maynard Keynes

Via Bondanello 30, 40013 Castel Maggiore (BO), Italy

logo settimana alternativa keynes

 

“La nostra scuola, prima di tutto!”

 Settimana alternativa:
progetto e indicazioni pratiche

Presentazione del progetto:

Se occupare significa conquistare la scuola e viverci per alcuni giorni, resistendo a minacce e ricatti per protestare contro riforme nazionali o problemi interni, la “Settimana dello Studente” è un momento di incontro e di socializzazione con caratteristiche formative: per una settimana le lezioni e le aule dell’istituto scolastico sono gestite dagli studenti, svolgendo lezioni orizzontali. Si delinea un passaggio dal tradizionale insegnamento “verticale”, insegnante-allievo, a un insegnamento “orizzontale” che coinvolge agenti, fonti e piattaforme differenti. Perché ‘istruzione non è solo nozionismo, è un prodotto particolare: funziona solo se lo usi in modo appropriato.

Siamo certi che l’insegnante deve creare le circostanze per permettere agli allievi di imparare anche gli uni dagli altri, deve essere prima di tutto una guida, l’attivatore di un processo di apprendimento “orizzontale”.

Per creare conoscenza, è necessario smuovere la coscienza, per imparare non solo “cosa”, ma pure “come”, che si tratti di letteratura, matematica, storia, filosofia, scienze, occorre imparare a usare quello che si ha studiato. capacità interpersonali, cioè la deduzione, la logica, la creatività, ma anche a come usarle rapidamente e sotto pressione. Quindi deve sviluppare le capacità interpersonali, come collaborare con altri, il team work insomma, da applicare nell’ambito della scuola ma poi in futuro anche nella famiglia, nel lavoro e nella società. Infine deve apprendere una quarta capacità, quella che ti porta ad avere un insieme di valori etici, quanto mai necessari in un mondo multietnico, multireligioso, multirazziale”.

L’istruzione è la chiave: non solo per risolvere il problema dell’occupazione, ma per avere una società civile, democratica, omogenea e soprattutto sana. Dalla scuola dipende tutto.

Discussioni e riflessioni su diversità, dipendenze e violenza sulle donne, integrazione, con esperti del settore, ma anche “laboratori di creatività”, cineforum e approfondimenti in lingua. Un programma diverso per classi e indirizzo,  ricco di tematiche e valori che accompagnano gli studenti nel loro percorso di crescita personale e di cui difficilmente si parla durante le lezioni.

La Settimana dello Studente può essere un ottimo modo per stimolare ulteriormente gli studenti accrescendo la capacità di organizzazione e di autocritica. Molto importante è la partecipazione dei docenti, anche semplicemente proponendo attività e aiutando i ragazzi negli approfondimenti, senza essere invasivi e lasciando ampio spazio alla loro creatività. Non solo un’alternativa all’occupazione, ma un’ulteriore occasione di crescita.

!!!ATTENZIONE!!!

Quest’anno ogni classe può arricchire la propria settimana alternativa con lezioni e attività specifiche. è compito dei rappresentanti di classe confrontarsi con i propri compagni e indicare 5 attività per la propria classe, scegliendole tra le seguenti:

AREA ARTISTICA

  1.  Musica, Maestro! Che cosa è la musica e perché è l’arte più diffusa del pianeta

 

  1. L’eccellenza bolognese: la cucina locale tra storia e arte

 

  1. Arte e rivoluzione. Un percorso tra poesia, architettura e cinema

 

AREA COMUNICAZIONE

  1. Laboratorio di traduzione

 

  1. Filmagogia

 

  1. Il cinema comico classico – Charlie Chaplin

 

  1. Il cinema del neorealismo

 

  1. Vita online: opportunità e rischi

 

  1. Lezioni di Giornalismo

 

  1. Corso di Public Speaking 

AREA CITTADINANZA

  1. Mafie e antimafia in Emilia-Romagna: “Black Monkey” e Æmilia

 

  1. Il Razzismo nel XXI secolo

 

  1. I diritti non sono stranieri

 

  1. Ricordati che devi rispondere: i diritti umani in Italia sono rispettati o no?

 

  1. Identità di genere e Media.
  1. Parità di genere in Italia e nel Mondo

AREA SCIENTIFICA

  1. Laboratorio di Epidemiologia
  1. Microbiologia sociale

 

  1. L’enigma del tempo dal punto di vista scientifico

 

AREA STORICA & FILOSOFICA

  1. Uno sguardo su Bologna

 

  1. Giovani donne e giovani uomini protagonisti del loro tempo: mutamenti culturali, crisi e violenza politica dalla seconda metà del ‘900 agli anni Novanta

 

  1. Laudato Si: ecologia integrale

 

AREA LETTERARIA

  1. Libri immancabili
  2. Pasolini: a quarant’anni dalla morte di uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo

AREA GIURIDICO-ECONOMICA

  1. Introduzione al pensiero economico

 

  1. Il carcere è giustizia?

 

  1. Formazione giuridica

INOLTRE SI PREVEDONO LE SEGUENTI ATTIVITÀ:

 

 

  1. Corso di sensibilizzazione sull’abbandono e il maltrattamento degli animali 
  2. Corso di autodifesa (dal Comune, da richiedere prima)
  3. Corso di fotografia 
  4. la brevitas latina al tempo dei tweet, la retorica classica ha una marcia in più.
  5. l’importanza dell’arte nella Storia dell’Uomo. 
  6. siamo COSMOPOLITI, cittadini del mondo, usi, culture e differenze di un mondo troppo vicino per restare lontano. (no lun. )
  7. CLIL science experience in other language. (no mer-sab)
  8. I grandi interrogativi dell’Uomo e la necessità di trovare delle risposte, nell’amore per la sapienza. (no lunedì)
  9. First Aid, l’importanza del primo soccorso (no merc.)
  10. la falsa scienza, smentiamola insieme
  11. traduttori e interpreti, errori comuni e orrori da evitare. 
  12.  tempus fugit, il Tempo nella letteratura latina (Catullo, Orazio, Seneca e Sant’Agostino) (no sab.)
  13. Scrittura e Lettura due mondi in un solo universo.  (no lunedì)
  14. La (nostra) attualità, letta con gli occhi della Storia. (no mart-sab)
  15. Economia e Finanza, perché studiare questa “scienza triste”? Quale condizionamento per la vita di tutti? (no sab)
  16. Siamo tutti dei Romantici?  (no sab.)
  17. influenza e aspetti della cultura spagnola.  (no merc.)
  18. Leopardi, il primo dei moderni. Aspetti, curiosità e attualità del poeta “Gibboso” (no sab.)
  19. giochi matematici, giochi della mente.
  20. I rischi dei poteri forti di oggi, quali sono e come riconoscerli. 
  21. la chimica spiegata ai miei figli.
  22. Quale scenario geopolitico si sta delineando? Lo slittamento dell’asse politico – economico delle potenze occidentali.
  23. Parigi e il terrorismo.

Le attività in classe si affiancano a dibattiti e incontri di biennio e triennio che si possono leggere direttamente sul programma della settimana. ->

I rappresentanti di classe sono chiamati a indicare 5 attività per ogni classe, rispondendo al modulo di contatto .  Massima collaborazione!!!!

 

Programma Settimana Alternativa

keynes_logo - Copia

SETTIMANA ALTERNATIVA

23 – 28 novembre 

1° giornata:

LUNEDÌ 23 NOVEMBRE

Nosce te ipsum! Conosci te stesso

1.    Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento settimana. (Regolamento, Temi, Approfondimenti, Attività).

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività nelle classi 9.00 – 10.50 secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

 

  1. Attività seconda mattinata orario 11.10 – 13

PRIMO TRIENNIO: Nell’AUDITORIUM dell’Istituto
Incontro AMNESTY INTERNATIONAL, Educazione ai Diritti Umani.

QUARTE E QUINTE: Nell’Aula Proiezioni 1
Un’alternativa al Lavoro e all’Università? Il Servizio di
Volontariato  in Italia e in Europa.

Interviene la dott.ssa Elena Massari   Volunteer Advisor

                                Frontier/the Society for Environmental Exploration.

  1. Attività pomeridiana orario 14 – 18

Gli studenti per svolgere le attività ed i corsi devono registrarsi sugli appositi fogli e rispettare i turni di prenotazione.

  • Gruppo Auditorium: Preparazione Flash Mob di mercoledì 25 novembre.
  • Gruppo Palestra: Attività sportive
  • Gruppo Biblioteca: Caffè letterario
  • Gruppo Scopriamo Bologna: Se è presente un gruppo sufficiente di persone si intende realizzare una visita ai luoghi più significativi di Bologna (arte, cultura ma anche gastronomia emiliana).

2° giornata:

MARTEDÌ 24 NOVVEMBRE

La Buona Scuola

1. Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento giornata. (Temi, Approfondimenti, Attività).

·       Triennio in AUDITORIUM

  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività orario 9.00 – 10.50

BIENNIO:          nell’Auditorium dell’Istituto
incontro Rete degli Studenti Medi di Bologna

TRIENNIO:       Attività nelle classi secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

 

  1. Attività seconda mattinata orario 11.10 – 13

BIENNIO:              Attività nelle classi secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

TRIENNIO:           nell’Auditorium dell’Istituto
incontro Rete degli Studenti Medi di Bologna

  1. Attività pomeridiana orario 14 – 18

Gli studenti per svolgere le attività ed i corsi devono registrarsi sugli appositi fogli e rispettare i turni di prenotazione.

  • Gruppo Auditorium: Preparazione Flash Mob di mercoledì 25 novembre.
  • Gruppo Palestra: Disko.
  • Gruppo Biblioteca: Rassegna Stampa. Capire i giornali, riconoscere le notizie: un atto di maturità.

3° giornata:

MERCOLEDÌ 25 NOVEMBRE

Giornata Mondiale contro il Femminicidio

1. Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento della giornata.

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività orario 9.00 – 10.50

BIENNIO:          nell’Auditorium dell’Istituto
incontro con Valeria Betti dell’Associazione Rose Rosse;
Katia Graziosi e Marta Tricario del Gruppo Donne e Giustizia di UDI
Maria Beatrice Masella docente dell’Istituto.

                           Partecipa Belinda Gottardi, Sindaco di Castel Maggiore.

TRIENNIO:       Attività nelle proprie classi:
Visione del Film IL BRANCO (1994, diretto da Marco Risi, 100 min. ca.)
Scaricabile direttamente da google sul sito dailymotion

Durante l’intervallo si svolgerà il flash mob

  1.  Attività seconda mattinata orario 11.10 – 13

BIENNIO:         Attività nelle proprie classi:
Visione del Film IL BRANCO (1994, diretto da Marco Risi 100 min. ca.)
Scaricabile direttamente da google sul sito dailymotion

TRIENNIO:         nell’Auditorium dell’Istituto
incontro con Valeria Betti dell’Associazione Rose Rosse;
Katia Graziosi e Marta Tricario del Gruppo Donne e Giustizia di UDI
Maria Beatrice Masella docente dell’Istituto.

                           Partecipa Belinda Gottardi, Sindaco di Castel Maggiore.

  1. Attività pomeridiana orario 14 – 18

Gli studenti per svolgere le attività ed i corsi devono registrarsi sugli appositi fogli e rispettare i turni di prenotazione

  • Gruppo Palestra: Attività Sportive di Gruppo
  • Gruppo Biblioteca: Violenza sulle donne, femminicidio, bullismo e discriminazione. Ne parliamo insieme, per capire e comprendere meglio questi gravi fenomeni.

4° giornata:

GIOVEDÌ 26 NOVEMBRE

Diritti Civili

JOBS ACT: Prospettive di Lavoro, Cercasi!

1. Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento della giornata.

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività orario 9.00 – 10.50

BIENNIO:          nell’Auditorium dell’Istituto
incontro con Cassero

TRIENNIO:       Attività nelle classi secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

  1. Attività seconda mattinata orario 11.10 – 13

BIENNIO:              Attività nelle classi secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

TRIENNIO:           nell’Auditorium dell’Istituto
incontro con rappresentanti del mondo del lavoro.
Jobs Act, Alternanza Scuola – Lavoro e prospettive per i giovani
Partecipano  Unindustria, CNA, Amministrazione Comunale di Castel Maggiore, Occupiamoci, Consulta Attività Produttive, Prof.ssa Marta Marsilio

  1. Attività pomeridiana orario 14 – 18

Gli studenti per svolgere le attività ed i corsi devono registrarsi sugli appositi fogli e rispettare i turni di prenotazione.

  • Gruppo Palestra: Attività Sportive di Gruppo
  • Presidio di Libera: capire il fenomeno mafioso al nord

??????????????RIPITTURA AULE ????????????????

5° giornata:

VENERDì 27 NOVEMBRE

Keynes Orienta

1. Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento della giornata.

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività orario 9.00 – 10.50

PRIMO TRIENNIO:          Attività nelle classi secondo il prospetto che segue.

(da fare in base alle esigenze delle singole classi, con docenti disposizione)

QUARTE E QUINTE:    Nell’AUDITORIUM dell’istituto orario  10.00 – 12.30
Orientamento Universitario
Partecipano il Prorettore UNIBO Prof.ssa Elena Trombini,
la Delegata all’Orientamento Prof.ssa Alessandra Locatelli,
i Rappresentanti degli Studenti Chiara Patricolo, Enrico Verdolini.
Sono inoltre invitati ex alunni dell’Istituto.

Intervengono le prof.sse Francesca Gallucci e Federica Rossi della
Commissione Orientamento di Istituto.

  1. Attività seconda mattinata orario 11.10 – 13

PRIMO TRIENNIO:             Nell’aula di Arte, Aula Proiezioni 1, Aula 1 GL,
           L’Economia spiegata ai ragazzi.
Incontro con economisti e ragazzi di quinta.

Attività pomeridiana orario 14 – 18

  • Gruppo Palestra: Attività Sportive di Gruppo
  • Gruppo recupero: Studio in gruppo e collaborazione interclasse
  • Gruppo Visita alla Mostra Egizia: Se è presente un gruppo sufficiente di persone si intende realizzare una visita all’Archiginnasio per visitare l’incredibile mostra (costo biglietto 6 euro da prenotare prima!)

??????????????RIPITTURA AULE ????????????????

6° giornata:

SABATO 28 NOVEMBRE

Prima il Keynes

1. Assemblea d’Istituto dalle ore 8.00 alle 9.00: pianificazione attività e svolgimento della giornata.

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.
  1. Attività orario 9.00 – 12.00
  • Ripittura delle Aule dell’Istituto (ogni classe interviene nella propria)
  • Sistemazione piccole problematiche
  1. Attività 12.00 – 13.00

Per tutte le classi Assemblea d’Istituto conclusione settimana di autogestione.

  • Triennio in AUDITORIUM
  • Biennio in PALESTRA.

 

*Il presente programma e le attività ivi connesse sono ancora da approvare in sede di istituto.

OPEN DAYS 2015-2016

Giorno

Orario

giovedì 19/11/2015

18 – 21

sabato 12/12/2015

15 – 18

giovedì 14/01/2016

 18 – 21

Vi aspettiamo numerosi per presentare la nostra scuola a futuri studenti e famiglie. Invia la tua partecipazione per email, ti contatteremo al più presto per organizzarci. Il Keynes deve fare bella figura!

Seguici sulla pagina facebook del Keynes

Seguici su Twitter

Contatta i rappresentanti di istituto

rappresentanzakeynes@gmail.com
Sempre disponibili!

Prossimi eventi

Nessun evento in arrivo

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo sito e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Segui assieme ad altri 658 follower

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Segui assieme ad altri 658 follower